Aforismi e poesie

Tutti i testi di seguito sono composti dall’autore di questo blog. Se si desiderasse pubblicarli si prega di contattare la seguente mail dmilione50@gmail.com

POESIE

IL BUCATINO

Oh bucatino,

bastardo e gentile,

immerso nel sugo,

a’ amatriciana o pomodor che sia,

mi tenti,

mi alletti,

mi seduci,

ti fai arrotolar sulla forchetta mia…

e poi zac!

Traditore!

La cravatta colpisci!

La camicia ungi,

con quel sugo che trattenesti

fino alla provocazione centrifuga,

da mia posata creata.

Ricorda sempre,

se mangi il bucatino,

non mancar di bavaglino.

AFORISMI   

“LA DIETA”

Tra il dire e il fare la dieta, c’è di mezzo… la fame!

“LA MALEDIZIONE DELLA BORSA”

Tu, che mi hai rubato la borsa sul treno,

sappi una cosa, le serrature di casa e auto le ho cambiate.

Le mie, ripeto MIE, cose che hai osato, toccare saranno la tua maledizione.

Non dovevi farlo!

prendere quella borsa sul portaoggetti,

mentre io ero distratto e stanco dopo una giornata di lavoro.

Non dovevi farlo!

quel furto ti perseguiterà per tutta la vita.

Soffrirai di dissenteria cronica, alternata a dolori di emorroidi.

Di tanto in tanto ti passerà, ma dolori lancinanti alla pancia e alle gambe ti colpiranno.

Perderarai la vista, ma ogni tanto ti tornerà,

per vedere allo specchio quanto sei minchione.

Ti colpirà un prurito ogni volta che muoverai le mani,

diventerai impotente e sarai abusato da persone malate….

Perché non dovevi toccare la MIA BORSA,

BASTARDO!

La tua famiglia ti abbandonerà, dopo che avrai perso anche l’uso delle gambe,

E ti ruberanno le stampelle… la legge del taglione

STRONZO! Quella era la MIA BORSA e lo resterà per sempre con tutte le mie cose…

(ringrazio Antonio Albanese/Alex Drastico per la geniale ispirazione, anche se ne avrei fatto a meno)

 

 

 

Annunci

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: