Personaggi: Franco Baresi, il capitano, una leggenda, una bandiera

Devo ammettere che parlare di Franco Baresi per me, milanista, cresciuto con lui, è un onore, soprattutto di questi tempi. Franchino Baresi (questo il nome all’anagrafe), nacque a Travagliato in provincia di Brescia l’8 maggio 1960. Iniziò a giocare a calcio da piccolo insieme ai fratelli Angelo e Giuseppe. All’età di 15 anni sostenne un provino nelle fila dell’Inter (dove già era stato preso il fratello Beppe, che ne diventerà capitano), la sua sua costituzione, secondo gli esaminatori un po’ gracile, non gli consentì di vestire la maglia nerazzurra. Tentò con il Milan e il club rossonero mai fece miglior scelta nel selezionarlo, mostrando una lungimiranza notevole. Il 23 aprile 1978, non ancora diciottenne, esordì in serie A in Verona-Milan 1-2.

Panini1978
La figurina Panini della stagione 1978/79

Nell’estate 1978 fece scalpore la decisione del Milan,  fortemente sostenuta dell’allenatore Nils Liedholm, di cedere un difensore esperto e di gran valore come Maurizio Turone, per affidare la guida della difesa rossonera al piscinin, come veniva soprannominato all’epoca il diciottenne Franco Baresi. La stagione 1978/1979 fu storica per i colori rossoneri, il Milan vinse il suo decimo scudetto, quello della stella. Quello fu l’ultimo campionato per un altro grande campione della storia rossonera, Gianni Rivera, che dopo la conquista del campionato, a 36 anni, appese le scarpe al chiodo chiudendo la sua splendida carriera. Il giovane Baresi dimostrò che fu azzeccata la scelta di dargli fiducia, in poco tempo la sua personalità in campo convinse tutti e in breve divenne una colonna della squadra, in cui giocavano calciatori del calibro di Albertosi, Collovati, Aldo Maldera, Bigon, Capello e Antonelli, oltre a Rivera.

20161027001908!Milan_Associazione_Calcio_1978-1979
La rosa del Milan campione d’Italia 1978/1979

La stagione fu epica e si concluse praticamente il 6 maggio 1979, quando nella gara contro il Bologna (0-0) il Milan ebbe la matematica certezza dello scudetto, davanti al Perugia dei record che chiuse il campionato senza sconfitte. Nell’anno successivo il presidente del Milan Colombo e alcuni giocatori vennero coinvolti nella vicenda del Totonero, la squadra venne retrocessa in Serie B. Nonostante le richieste della Juventus,

Fratelli-Baresi
Fratelli contro: Franco e Giuseppe Baresi capitani di Milan e Inter in un derby anni ’80

Baresi rimase al Milan, che risalì subito in A l’anno successivo. Baresi a 22 anni diventa il capitano del Milan, il più giovane nella storia rossonera. Sono anni difficili per la società, arriva subito un’altra retrocessione, stavolta sul campo, ma Baresi rimane la bandiera della squadra e debutta in Nazionale. In un’occasione giocò al sabato in azzurro e la domenica in campionato (la serie B non si ferma per le soste della nazionale). L’attaccamento alla maglia è apprezzato e Baresi diventa l’idolo dei tifosi. Il carattere schivo, tranquillo e riservato fuori dal campo si trasforma nel ruggito di un leone nel rettangolo verde, dove comanda la difesa con bulino o scalpello (direbbe Carlo Pellegatti)… ma gli anni migliori devono ancora venire.

Arrigo_Sacchi_e_Franco_Baresi_-_Intercontinentale_1989
Arrigo Sacchi e Franco Baresi con la Coppa Intercontinentale

Nel 1982 fece parte della spedizione azzurra campione del mondo in Spagna, ma non scese mai in campo, avendo davanti un altro mostro sacro della difesa come Gaetano Scirea. La svolta nella carriera di Franco Baresi giunse con la presidenza del Milan di Silvio Berlusconi e con l’arrivo di Arrigo Sacchi sulla panchina dei milanesi. Dal 1987/88 arrivarono i grandi successi del Milan di Sacchi, degli olandesi Gullit, Van Basten e Rijkaard, di Ancelotti, Donadoni, Tassotti e del giovane Maldini, ma dietro sempre lui a comandare, con la fascia di capitano: Franco Baresi! Con la maglia del Milan Baresi conquistò altri 5 scudetti (1 con Sacchi, 4 con Capello in panchina), 3 Coppe dei Campioni, 2 Intercontinentali e supercoppeCoppa Campioni

Barcellona, 1989. Baresi alza la Coppa dei Campioni vinta battendo 4-0 la Steaua Bucarest
92356 MILAN - ROMA
La bandiera/maglia di Baresi allo Stadio Meazza

varie, un palmares da leggenda!! Il 1° giugno del 1997 a 37 anni disputò la sua ultima partita ufficiale, la numero 532 in maglia rossonera (Milan-Cagliari 0-1), in nazionale collezionò 81 presenze, la partita non contava, le lacrime dei tifosi rossoneri scendevano copiose sulle guance: avevano visto crescere e trasformarsi il piscinin in Kaiser Franz (in ricordo di Beckenbauer), soprannome dell’età matura di Baresi, una leggenda lasciava il calcio giocato. Il 28 ottobre 1997 si giocò la partita dell’addio al calcio di Baresi con una selezione di campioni contro il Milan 1987-1997, in panchina Sacchi e Capello, vinse il Milan 5-1. Il presidente Berlusconi premiò Baresi con un pallone d’oro personale. Il capitano, che dopo le lacrime di Pasadena per il rigore sbagliato contro il Brasile nella finale dei Mondiali 1994, versò ora le sole altre della sua carriera, quelle d’addio davanti a quel pubblico che lo amò sempre e sempre l’amerà.

Franco_Baresi_-_Mondiale_1990
Franco Baresi con la maglia della nazione a Italia ’90

Il Milan decise di ritirare la maglia numero 6, che è stata e resterà per sempre legata al suo nome. Tutte le domeniche a San Siro, ancor oggi, 20 anni dopo il suo ritiro, campeggia tra i tifosi un bandierone con il numero 6 in onore di Franco Baresi, il capitano, una leggenda del Milan. Dopo diverse stagioni come dirigente e come allenatore nelle giovanili del Milan, dal maggio 2017 Franco Baresi entra di nuovo nello staff dirigenziale del Milan come Brand Ambassador nella nuova proprietà cinese della società, nessuno meglio di lui poteva ricoprire il ruolo di ambasciatore del marchio.

PALMARES

CON LA MAGLIA DEL MILAN:

6 SCUDETTI: 1978/79, 1987/88, 1991/92, 1992/93, 1993/94, 1995/96

2 CAMPIONATI SERIE B: 1980/81, 1982/83

4 SUPERCOPPA ITALIANE: 1988, 1992, 1993, 1994

1 MITROPA CUP: 1981/82

3 COPPE DEI CAMPIONI/UEFA CHAMPIONS LEAGUE: 1988/89, 1989/90, 1993/94

3 SUPERCOPPA EUROPEA: 1989, 1990, 1994

2 COPPA INTERCONTINENTALE: 1989, 1990

CON LA MAGLIA DELLA NAZIONALE

1 CAMPIONATO MONDIALE: SPAGNA 1982

1 SECONDO POSTO MONDIALE: USA 1994

1 TERZO POSTO MONDIALE: ITALIA 1990

RICONOSCIMENTI INDIVIDUALI

CAPOCANNONIERE COPPA ITALIA 1989/90, 4 GOL

GUERIN D’ORO 1990

PREMIO NAZIONALE CARRIERA ESEMPLARE “GAETANO SCIREA” 1994

INSERITO NEL FIFA 100 (2004)

INSERITO NELLE “LEGGENDE DEL CALCIO” DEL GOLDEN FOOT (2012)

INSERITO NELLA HALL OF FAME DEL CALIO ITALIANO (2013)

Annunci

I commenti sono chiusi.

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: